Share to Facebook Share to Twitter Share to Linkedin 
Viandante
Letto 1166 volte | Pubblicato in Orizzonti interiori

E vado errando,

dacché è cominciato

il Giorno,

lungo sentieri,

talvolta sconosciuti

e impervi,

con dentro il cuore

sete e fame d’infinito.

E non si placa neanche a sera

quando, la Pace,

s’asside a tavola,

come negletta

ospite che tace.

Qui,

dentro casa,

nell’intimo profondo,

ascolta

e poi discorre,

sommessamente

rammentando,

il giorno che già muore,

e celebrando

della vita

il suo valore.

0 iscritti

Iscrizione ai commenti

Ricevi le notifiche via email quando un nuovo commento viene aggiunto in questo intervento.

Contatti

Da:
Oggetto:
Nome:
Messaggio:
Please enter the following
 Help us prevent SPAM!

Accesso riservato

Copyright & Credits

I contenuti di questo sito non possono essere riprodotti, copiati, manipolati, pubblicati, trasferiti o caricati, con nessun mezzo, senza il consenso scritto dell'autore.

E' vietata l'utilizzazione, anche parziale, sia per scopi commerciali che no profit.

Chi avesse interesse ad usufruire di contenuti di questo sito è pregato di contattarmi.


Contatore visite

241026
OggiOggi59
IeriIeri161
Questa settimanaQuesta settimana185
Questo meseQuesto mese2623
TuttiTutti241026